Cinque giovani volontari recuperano un’ingente quantità di rifiuti abbandonati

Un gruppo di giovani volenterosi, spalleggiati dall’Amministrazione comunale, protagonisti di un gesto a favore dell’ambiente e della collettività. È la risposta al grave atto di inciviltà di cui si è reso responsabile chi nei giorni scorsi ha abbandonato un’ingente quantità di infissi, probabilmente derivanti da lavori edili, lungo via Borgo a Montebello Vicentino.

Raccolta la segnalazione da parte della titolare del vicino ristorante “Il Borgo”, cinque amici, dopo aver informato il sindaco Dino Magnabosco, si sono resi disponibili a rimuovere il materiale abbandonato. Il primo cittadino, che ha avvisato Agno Chiampo Ambiente dell’imminente conferimento dei rifiuti all’ecocentro, ha dato il proprio via libera e i giovani si sono messi all’opera. Gli infissi erano però così tanti che sarebbe stato impossibile trasportarli con un’auto. È a questo punto che è entrato in scena l’assessore Stefano Valente, recatosi nel luogo dell’abbandono con un mezzo di sua proprietà sufficientemente capiente.

Mentre raccoglievano gli infissi (e numerose bottiglie e altro materiale di plastica), un’altra brutta sorpresa: poco distante i volontari hanno rinvenuto un vecchio motore a scoppio, abbandonato lì da chissà quanto tempo. Anch’esso è stato raccolto e avviato allo smaltimento.

“Come Amministrazione comunale ringraziamo questi giovani per il loro generoso gesto – commenta il sindaco Dino Magnabosco -. Grazie a loro abbiamo evitato di chiamare gli uomini di Agno Chiampo Ambiente per la raccolta del materiale abbandonato, il che, per colpa di pochi irresponsabili, avrebbe comportato dei costi a carico del Comune e quindi della collettività”.

“È stato bellissimo constatare l’attenzione di questi giovani verso il nostro territorio – sottolinea l’assessore Stefano Valente – e allo stesso tempo fa pena registrare ancora comportamenticosì incivili, quando abbiamo a disposizione un ecocentro che funziona alla grande. Invito i montebellani a continuare a segnalare l’abbandono di rifiuti e a contattare le forze dell’ordine qualora fossero testimoni in flagranza di tali gesti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...